Logo Tecnobit menu testata.

Chi siamo

Rendering di un progetto residenziale - architetto Alberto Beitia

10 punti di forza della modellazione 3D per architetti e designer

La rappresentazione del progetto è più di una bella immagine, svolge un ruolo cruciale nel flusso di lavoro che porta alla sua costruzione. L’articolo riassume dieci tra i principali vantaggi della modellazione 3D realistica nell’architettura, insieme alle storie di utenti che possono risultare foriere di ispirazione per altri flussi di lavoro coordinati e di successo.

In copertina: rendering di un progetto residenziale – architetto Alberto Beitia

Per diventare un professionista affermato nel campo dell’architettura o del design, non basta concettualizzare idee innovative, bisogna anche riuscire a comunicarle a potenziali clienti, stakeholder e collaboratori. Mostrare la sola documentazione 2D di un progetto a qualcuno senza alcuna competenza in materia, è un classico esempio per capire quanto siano importanti la rappresentazione 3D e i rendering fotorealistici. Che si utilizzino dei modelli 3D renderizzati direttamente da SketchUp con Ambient Occlusion, o che si ricorra a immagini generate dall’intelligenza artificiale con SketchUp Diffusion Labs, oppure che si adotti un programma di rendering fotorealistico come V-Ray, bisogna sempre trovare il giusto stile di rappresentazione per comunicare al meglio e in modo personale il proprio progetto.

1. Presentazioni di progetti per concorsi

Studio illuminotecnico realizzato dal modello SketchUp con Twinmotion.

Ci sono casi in cui lo scopo ultimo di un progetto è vincere un concorso di progettazione. Quando si propone un’idea a un potenziale cliente, che in questa circostanza può essere una giuria, è fondamentale riuscire a dare una buona rappresentazione di come apparirà il progetto proposto, non meno che mostrare l’andamento dei costi dell’intera operazione nel tempo, durante le diverse fasi costruttive e nella gestione ordinaria dell’organismo edilizio.

Paul Millet, architetto ed esperto di modellazione architettonica 3D, sfrutta la sua esperienza per creare presentazioni coinvolgenti per i concorsi di restauro di alcuni edifici culturali iconici. Gli esiti comunicativi ai quali perviene Paul aiutano lo studio Clé Millet a vincere i concorsi e aggiudicarsi la direzione dei lavori.

2. Proporre velocemente più soluzioni progettuali

Modello 3D dell'interno di un loft.

Modello 3D dell’interno di un loft.

Farsi trovare pronti nel rispondere al feedback delle parti interessate e riuscire a fornire velocemente altre opzioni all’interno dello stesso progetto, è il modo migliore per trovare la soluzione perfetta. Un flusso di lavoro efficace e rodato per la rappresentazione del modello offre migliori possibilità di dare forma a quello che sarà il risultato finale. Quando la visione del progetto è chiara, è molto più semplice apportare modifiche e garantire che progettista e cliente rimangano sulla stessa lunghezza d’onda durante lo sviluppo di soluzioni alternative.

Uno dei motivi principali per cui la designer d’interni Isolina Mallon lavora esclusivamente in 3D è che può sperimentare rapidamente diverse idee di design. Il suo processo iterativo e sperimentale produce soluzioni d’arredo d’interni innovative, che vengono sempre comunicate con chiarezza ai suoi committenti, ispirando un flusso di lavoro caratterizzato dalla creatività e dalla fiducia del cliente.

3. Ispirare la committenza

Rendering degli interni di un appartamento.

Rendering degli interni di un appartamento.

Più grande è il progetto, più sono gli stakeholder con i quali bisogna comunicare. Maggiore è la distanza tra l’idea che informa un progetto e la persona che ha bisogno di comprenderla, più è facile perdere chiarezza nella comunicazione. Anche i committenti con cui bisogna relazionarsi possono cambiare nel corso dello sviluppo di un progetto, ma le bune rappresentazioni e i rendering ispirano comunque le parti in ogni fase del processo e sono sempre d’aiuto per arricchire la narrazione.

Il designer e consulente di visualizzazione Luis Bertomeu Sanchez ha lavorato a un progetto di appartamento residenziale che avrebbe potuto proseguire solo una volta vendute tutte le unità su carta. Le sue immagini dovevano mostrare come i potenziali abitanti avrebbero utilizzato lo spazio e comunicare come sarebbero apparsi gli interni per agevolare il lavoro degli agenti immobiliari. Grazie a evocative rappresentazioni 3D fotorealistiche del progetto, ha soddisfatto entrambe le esigenze.

4. Zero doppio lavoro per la documentazione 2D

Documentazione 2D che mostra uno mobile su misura per un design d’interni.

Quando si realizza un progetto utilizzando un software 3D con funzionalità 2D, il modello 3D può produrre la documentazione 2D e i rendering per presentazioni efficaci e comprensibili da parte dei committenti. La documentazione 2D aiuta i collaboratori, produttori e maestranze di cantiere a comprendere come dovrebbe funzionare l’edificio costruito e aiuta a specificare i materiali.

Studio Maison Co. è un’azienda focalizzata sull’interior design che utilizza modelli 3D per generare esplorazioni guidate animate, rendering straordinari per i propri clienti e documentazione 2D dei dettagli costruttivi, compresi quelli per i mobili su misura. La generazione di immagini 2D e 3D da un modello generato in SketchUp e impaginato con LayOut consente un enorme risparmio di tempo.

5. Risoluzione rapida dei problemi

Verifica del progetto e della fattibilità in un modello 3D.

Verifica del progetto e della fattibilità in un modello 3D.

Qual è il modo migliore per risolvere un problema di cantiere? Prevenirlo con un gemello digitale, ancor prima di arrivare in cantiere. Cercare di scoprire come funziona in ogni dettaglio un progetto d’architettura utilizzando diversi set di documenti 2D può essere un gioco frustrante alla ricerca di ogni possibile discrepanza non rappresentata. Ma quando il progetto è chiaramente visualizzato in 3D, è molto più facile individuare conflitti e lacune.

José Alberto è un ingegnere meccanico e fondatore di Crosslam, un’azienda di progettazione e produzione di CLT (legno a strati incrociati). Il suo team si affida ai modelli 3D durante tutto il processo di progettazione e fabbricazione, perché una minima differenza tra progetto e prodotto può causare una significativa perdita di tempo e la rapida sforatura del budget. Il flusso di lavoro di Crosslam aiuta a individuare i problemi in 3D prima che possano raggiungere il luogo di lavorazione, sia esso lo stabilimento di produzione o il cantiere per la messa in opera degli elementi.

6. Comunicazione chiara per una facile collaborazione

Modello 3D che mostra i dettagli costruttivi delle travi in XLAM.

Modello 3D che mostra i dettagli costruttivi delle travi in XLAM.

Piccolo o grande che sia, un progetto edilizio richiede quasi sempre un team di collaboratori che lavorano di concerto per portarlo dall’ideazione al completamento. Sebbene buona parte delle opere di cantiere si basino ancora sulla documentazione 2D, l’aggiunta della rappresentazione 3D permette di trasmettere con più chiarezza l’intento progettuale in ogni processo di condivisione e di collaborazione, sia che si tratti di direzione lavori in loco, produzione in stabilimento o altri gruppi di progettazione specifici.

Quando Andreas Lebisch ha progettato la sua moderna casetta estiva in legno CLT, sapeva che una delle sfide più grandi sarebbe stata l’organizzazione delle numerose parti prefabbricate e le relazioni tra produttori e cantiere. Quindi ha fornito sia la documentazione 2D (che le aziende potevano utilizzare con le loro macchine CNC), sia le immagini 3D in modo che i produttori e le maestranze di cantiere potessero capire come ogni pezzo di CLT si inserisse nel contesto complessivo del manufatto.

7. Sequenze costruttive fluide

Previous slide
Next slide

Sequenza costruttiva per una demolizione e con aggiunta di un sotterraneo.

Le rappresentazioni 3D per l’architettura e l’edilizia non devono cristallizzare il tempo in un singolo momento, possono anche esplicitare il processo costruttivo del manufatto. L’utilizzo di immagini 3D per comunicare la sequenza delle opere di cantiere è in grado di allineare tra loro tutte le parti interessate, riducendo al minimo le incomprensioni e gli errori sul campo.

Ciò è particolarmente utile in un progetto in cui i progressi potrebbero essere più difficili da vedere per un occhio inesperto, come negli interventi in cui sono previste demolizioni e lavori sotterranei. John Clemons ha utilizzato un modello 3D per fornire una chiara sequenza costruttiva per proprietari e appaltatori. Le scene del modello che ha preparato mostrano come il progetto passerà dalla fase di demolizione, allo sgombero, alla ricostruzione, comunicando chiaramente i progressi e rassicurando tutte i soggetti coinvolti.

8. Visualizzazione 3D completa per il BIM

Analisi della sezione del Chengdu Hotel.

Analisi della sezione del Chengdu Hotel.

Sfruttare i modelli 3D nel flusso di lavoro BIM semplifica l’individuazione delle criticità prima che si trasformino in problemi che mettono a rischio n’operazione immobiliare. Un modello 3D che comunica visivamente i requisiti di progettazione e i programmi di costruzione può essere utilizzato durante l’intero ciclo di vita del manufatto, dalle presentazioni iniziali, alla costruzione e oltre.

Quando il team di progettazione e costruzione degli interni del Chengdu Hotel ha iniziato il progetto, ha saltato i disegni 2D e ha iniziato invece a comunicare direttamente in 3D con SketchUp. Il modello del team incorporava le nuvole di punti del sito per garantire la massima precisione. Nel complesso, il team ha risparmiato il 50% dei tempi di costruzione grazie al suo innovativo flusso di lavoro BIM.

9. Supportare l’intero ciclo di vita di un edificio

Edificio dello stadio Vila Baeta Neves.

Modello dello stadio Vila Baeta Neves.

I modelli 3D possono vivere ed essere utili ben oltre l’inaugurazione dell’edificio. Un gemello digitale aggiornato di un complesso edilizio può aiutare proprietari e manutentori a monitorare le prestazioni e a segnalare tempestivamente le opere di manutenzione necessarie. Chi si occupa di progettazione de restauro può utilizzare i modelli 3D dello stato di fatto per immaginare il futuro di un edificio e quindi recuperarlo in modo più consapevole.

L’architetto brasiliano Fábio Rakauskas ha utilizzato dei modelli 3D come gemelli digitali virtuali per contribuire a preservare l’importante architettura di São Bernardo do Campo, una città vicino a San Paolo in Brasile. Ha creato i modelli di 14 edifici storici importanti, per preservare una documentazione accurata della loro vicenda storica. Catalogare accuratamente tutti i cambiamenti dell’edificio nel tempo aiuta gli architetti a decidere come ripristinarne l’autenticità e prolungare la vita dell’edificio autentico per le generazioni future.

10. Come aggiudicarsi la prossima committenza

Previous slide
Next slide

Modelli e rendering creati dagli utenti di SketchUp. Fare clic sulle frecce per scorrere.

Le espressioni visive sono più convincenti di qualsiasi cosa si possa mai scrivere o dire in merito a una proposta progettuale. Mostrare modelli 3D e rendering di progetti passati è un modo conveniente per comunicare la propria capacità progettuale, dimostrando ai potenziali clienti che si in grado trasformare idee in realtà. Ogni volta che si realizza qualcosa di convincente, è opportuno aggiungerlo quanto prima al portfolio sul proprio sito web.

Vuoi iniziare a rappresentare degnamente il tuo prossimo progetto? Prova SketchUp gratuitamente o scegli un’offerta di abbonamento per usufruire di tutti i vantaggi correlati.

Condividi l’articolo

visita SketchUp Italia
visita Enscape Italia
visita V-Ray Italia

Condividi l’articolo

CATEGORIE

seguici sui nostri canali social

ARTICOLI CORRELATI