Corrado Motta in un cantiere in Francia


Abbiamo intervistato Corrado Motta, disegnatore progettista di carpenteria metallica ed impianti.
Ci ha raccontato di come SketchUp ha migliorato il suo lavoro, eliminando gli errori e ottimizzando i tempi sia in officina che in cantiere.
Continua a leggere l’articolo per conoscere come Corrado lavora con SketchUp.

Descrivi il tuo lavoro

Disegnatore progettista di carpenteria metallica ed impianti.

Come e quando hai iniziato ad usare SketchUp?

Dopo anni trascorsi a costruire parapetti e cancelli nell’officina di mio padre, nel 2000 sono entrato a tempo pieno in ufficio come disegnatore per gestire la mole crescente di lavoro e per soddisfare il bisogno di disegni di un’officina nata per opere da fabbro e diventata nel tempo in piccola carpenteria industriale.

Il primo passo per innovare e modernizzare l’azienda e stato ovviamente l’introduzione del computer e di un sistema CAD 2D. Ma in un progetto 2D alcuni dettagli, soprattutto in carpenteria, erano difficili da rappresentare e la lettura del disegno richiedeva una certa abilità anche da parte del carpentiere che doveva realizzare il pezzo.

Un CAD 3D poteva essere la soluzione ma all’epoca erano molto costosi, poi nel 2006 un collega mi disse: “Perché non provi SketchUp?” e così feci.

Da subito capii che con SketchUp si potevano disegnare facilmente quei dettagli complicati. Con il passare del tempo mi resi conto che con questo software, considerato da molti un “giocattolo”, in realtà si poteva fare molto di più del disegno di una semplice casetta.

Come è cambiato/migliorato il tuo lavoro da quando hai iniziato ad usare SketchUp? Come si struttura il tuo lavoro di progettazione su SketchUp?

Semplice:

  • ho eliminato tutti gli errori di costruzione tipici del disegno 2D.
  • ho eliminato i premontaggi in officina che richiedevano tempo e spazio perché un disegno SketchUp è di fatto come fare il premontaggio di una struttura.
  • ho ottimizzato i tempi in officina perché finalmente tutti hanno ben chiaro il pezzo da costruire e non perdono tempo a leggere i disegni
  • ho ottimizzato i tempi in cantiere perché gli addetti alla posa hanno un Notebook con il disegno SketchUp al posto di mille pezzi di carta e sanno sempre quale pezzo prendere e dove montarlo.
Disegno A
Disegno B

Per realizzare il Disegno A, (necessario per costruire il pezzo) con un CAD 2D avrei dovuto fare i due disegni della colonna, la vista da sopra e le tre sezioni, quindi 6 disegni “scollegati” l’uno dall’altro, prestando la massima attenzione nel riportare in modo corretto la posizione di ogni elemento in tutte le viste.

Con SketchUp, invece, ho disegnato tutti gli elementi della colonna e li ho posizionati intorno al corpo centrale, il tubo, ottenendo il modello 3D della colonna. Poi, sempre con SketchUp, ho fatto delle copie della colonna e le ho ruotate per ottenere le viste da esportare in DWG. In questo modo da un solo disegno ne ho ricavati 6 e siccome sono tutti delle viste dello stesso pezzo ruotato, non possono contenere errori. Inoltre dal modello tridimensionale ho potuto anche esportare le viste 3D che vedi nel Disegno B

Per di più con un disegno 3D ci si può fare un’idea molto più chiara del pezzo da costruire.

Per i miei lavori solitamente disegno con SketchUp il cantiere dove dovrò installare la carpenteria rilevando le misure sul posto.

La cosa straordinaria rispetto ad altri software è che disegno direttamente in cantiere perché SketchUp gira alla grande su qualsiasi Notebook e questo mi permette di fare rilievi precisi senza tornare in cantiere nel caso in cui le misure non tornassero.

Poi faccio una bozza della struttura senza dettagli e la sottopongo al cliente che fa le sue osservazioni.

A questo punto disegno in modo dettagliato la struttura e il disegno diventa un esecutivo.

Estraggo la lista pezzi per ordinare i materiali.

Posiziono i singoli pezzi per ricavare le esportazioni in DWG.

Finisco i DWG per l’officina aggiungendo le quote, i cartigli e le linee tratteggiate.

E in fine, in fase di montaggio, consegno un vecchio notebook con il modello 3D al capocantiere che monterà la struttura in modo che abbia sempre sott’occhio l’intero progetto.

Quale trucchetto in SketchUp avresti voluto insegnare ad un giovane te stesso? Qual è la funzionalità di SketchUp senza la quale non riusciresti a stare?

Scalare il pezzo di “-1” che è simile al comando specchia di Autocad.

Utilizzi estensioni di SketchUp? Qual è la top 3 di estensioni che utilizzi e perché?

Trovo molto utile il plugin 3D PDF Exporter della SimLab che permette di esportare un modello di SketchUp in un PDF 3D. Lo utilizzo per mostrare il modello al cliente che può visualizzarlo con Acrobat Reader senza dover installare software di terze parti.
Scarica un esempio del PDF 3D (devi scaricarlo sul tuo pc per vedere il modello).

Utilizzo anche Round Corner per arrotondare i bordi e CleanUp per alleggerire le geometrie di modelli Step scaricati dal Web.

Cosa vorresti poter fare con SketchUp che al momento non è possibile fare?

Sarebbe utilissima un’esportazione in DWG più dettagliata che mostri le linee nascoste tratteggiate e i cerchi come veri cerchi al posto di poligoni.

Altro specifico del tuo settore di lavoro…

Ultimamente ho disegnato degli impianti con delle parti mobili utilizzando la barra degli strumenti “Componenti dinamici” già presente in SketchUp e ho constatato che avendo la possibilità di muovere gli elementi si scoprono interferenze geometriche inaspettate che sarebbero causa di errori costruttivi.

In altri casi ho utilizzato un plugin gratuito “Animator” di Fredo6 per creare animazioni, è un po’ più macchinoso da utilizzare ma ottimo per fare filmati da dare al cliente.

Parlaci di un evento curioso/inaspettato che sei riuscito a risolvere grazie a SketchUp.

Una volta mi trovavo a Rotterdam nello studio di due artisti per i quali stavo realizzando una struttura, si trattava di un’installazione artistica che prevedeva la creazione di un giardino con delle farfalle.

Mentre si discuteva della struttura davanti al disegno su SketchUp mi hanno chiesto potevo aggiungere delle piante ed io subito li ho accontentati scaricando al momento le piante dalla 3D Warehouse e aggiungendo anche le farfalle.

In questo modo ho potuto realizzare la loro opera esattamente come la volevano.

Come SketchUp ti avvicina al prodotto finito?

Una volta disegnato su SketchUp è come se la costruzione esistesse già e tutti hanno le idee chiare di come sarà.

Come ti interfacci con il cliente?

Spesso invio un PDF 3D che lui può visualizzare con calma, poi, quando è possibile organizzo un incontro di persona durante il quale gli mostro il disegno su SketchUp facendo eventuali modifiche al modello sul momento, in alternativa faccio la stessa cosa in videoconferenza condividendo lo schermo.

Cosa ti appassiona maggiormente del tuo settore di lavoro?

Mi piace disegnare con SketchUp e mi piace la reazione del cliente quando vede il modello 3D e mi chiede una modifica magari scarabocchiandomi su un pezzo di carta quello che intende. Spesso succede che mentre lui disegna io riporto le modifiche al modello e quando lui alza gli occhi mi dice: “Già fatto?”

Qual è il tuo processo creativo per iniziare a progettare i tuoi lavori? Da dove prendi ispirazione?

Nel mio settore non sempre ho la libertà di costruire una struttura in un ambiente vuoto, spesso sono gli spazi disponibili a dettare le regole quindi, una volta ricreata la zona interessata all’interno di SketchUp, inizio a disegnare il percorso di una scala o i piani di appoggio di un soppalco o la struttura per sostenere un nuovo macchinario. SketchUp mi è molto di aiuto perché nel modello 3D riesco a valutare velocemente se gli spazi a disposizione sono sufficienti per passare con i tubi o le passerelle di manutenzione. Spesso mi ispiro a strutture già realizzate, altre volte invento soluzioni dettate dalle esigenze del cliente.

Progetto SketchUp di struttura di sostegno del condotto (arancione)
costruita senza interferire con le strutture esistenti

Quali sono i tuoi progetti preferiti?

La Casa delle farfalle che ho citato prima e la Torre pubblicitaria (foto sotto) che grazie a SketchUp è stata montata in 2 settimane e non presentava errori di costruzione eccetto la mancanza di un foro che è stato eseguito in cantiere con un trapano magnetico, un successo considerando che era composta da 749 pezzi di carpenteria e 603 pannelli di rivestimento.

Che assi nella manica hai per lavorare più velocemente?

Impostare i tasti rapidi rende il disegno ancora più veloce.

Dove possiamo vedere i tuoi lavori?

www.corradomotta.it

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s