Biagio Manetto è un Ispettore Capo della Polizia di Stato che per 32 anni si è occupato di attività tecnica nell’ambito della Polizia Scientifica, ora è in congedo.

Dopo il pensionamento, ha continuato a svolgere, su incarico dell’AG e per conto della Difesa, accertamenti tecnici riguardanti le armi e la loro identificazione tramite la comparazione di bossoli e/o proiettili, nonchè quelli concernenti la ricostruzione della dinamica di fatti criminosi avvenuti con l’uso di armi.

Ha il suo studio a Caronia, in provincia di Messina, e ora collabora con il figlio che si occupa prevalentemente della ricostruzione delle scene del crimine.

Siamo curiosi di scoprire come utilizza SketchUp per il suo lavoro, gli abbiamo fatto qualche domanda.

Descrivici il tuo lavoro. Cosa ti appassiona maggiormente del tuo lavoro?

L’attività è variegata e riguarda comunque il mondo delle armi e i reati che si possono commettere con il loro uso. E’ un’attività assai complessa che richiede esperienza e metodo di lavoro, in quanto si tratta di ricostruire i fatti sulla base delle tracce che si trovano sulla scena dell’accaduto o rintracciare le armi sulla base dei segni caratterizzanti i reperti balistici residuati dagli spari. L’esperto in firearms identification è come un archeologo: dalle tracce deve ricostruire l’accaduto. Non si finisce mai d’imparare, non c’è un caso uguale ad un altro e qui risiede il fascino di questo tipo di attività.

Da quanto tempo lavori con software di modellazione 3D?

Ho iniziato nel 1996 trattando il caso Rostagno. In quell’occasione mi sono avvalso della collaborazione di un esperto di 3D Studio Max.
Da quel momento non sono riuscito a fare a meno di questo genere di software e, per non dipendere da altri, ho imparato ad usare un CAD russo della ProPro Group, tradotto in italiano, denominato bCAD.
Dal 1997 al 2014 ho utilizzato esclusivamente bCAD, ma ho dovuto smettere di utilizzarlo in quanto non veniva più tradotto in italiano.

Come ti sei imbattuto in SketchUp?

Ho cercato in rete un CAD in lingua italiana e mi sono imbattuto in SketchUp ed è stato “amore al primo approccio”. Ho contattato Tecnobit ed ho acquistato la licenza.

Come è cambiato il tuo lavoro da quando hai iniziato ad usare SketchUp?
I disegni che estrai hanno valore “legale”? Diventano documenti che rimangono “agli atti”?

La forza di SketchUp sta nella sua semplicità d’uso e la rapidità con la quale puoi realizzare strutture e scene anche complesse. E’ uno strumento preciso e potentissimo e la cosa che mi ha affascinato maggiormente è che costruisci e vedi i risultati senza ricorrere al rendering.

Come si struttura il tuo lavoro di progettazione su SketchUp?

Ricorro a SketchUp in tante circostanze, tra queste:

  • devo illustrare la metodica di trasformazione di un’arma e produco i disegni;
  • studio la dinamica di un evento e riporto i dati nel disegno 3D e verifico se le traiettorie sono compatibili con le tracce presenti sulla scena.

Che ruolo gioca la modellazione 3D nel tuo lavoro di perito balistico?

E’ uno strumento di lavoro indispensabile. Immaginate di ricostruire una scena dove sono stati esplosi 20 colpi di pistola/e. Con il vecchio metodo dei fili colorati, nella scena si devono stendere 20 fili che rappresentano altrettante traiettorie e conseguentemente 20 punti di ancoraggio di questi fili. Ammesso che ci si riesce, è impossibile muoversi all’interno ed il tempo che richiede una simile operazione è da paranoia.

Con SketchUp, disegnate l’ambiente (non serve il “dettaglissimo” curato nei minimi particolari ma la precisione metrica); riportate i punti d’impatto e di origine delle traiettorie dei proiettili e il gioco è fatto. Potete aggiustare a piacere ogni elemento e verificare di volta in volta la plausibilità della sequenza dei colpi.

Parlaci di un evento curioso/inaspettato che sei riuscito a risolvere grazie a SketchUp.

In una rapina con esplosione di colpi d’arma da fuoco, dei periti hanno ricostruito la scena rappresentando con ovali colorati gli attori della vicenda. Ho ricostruito la medesima scena con SketchUp ed ho dimostrato l’inattendibilità di quella ricostruzione in quanto, in due situazioni proposte dai periti, i rapinatori per ricevere quei colpi dovevano levitare a 27 cm dal pavimento.

Ci sono degli strumenti specifici (o estensioni) di SketchUp che sono particolarmente utili per il tuo lavoro?

Oltre agli strumenti base, ciò che adoperiamo maggiormente è lo strumento sabbiera per costruire i terreni e Artisan per apportare deformazioni a piacimento ad alcuni elementi della scena. Altro strumento molto utile è Aggiungi posizione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s